Cosa vedere a Belgrado: Kalemegdan

La funzione “accade oggi” di Facebook a volte tira fuori dei ricordi simpatici e memorabili, altre volte invece mi lascia piuttosto perplessa. In questi giorni, sta rilanciando le mie foto di Belgrado, scattate in un fine settimana in solitaria di tre anni, a zonzo per la capitale serba.  Uno dei monumenti più belli e imponenti della città, dove ho passato tantissimo tempo, è sicuramente il parco Kalemegdan con la sua stupenda fortezza.

Belgrado mi è piaciuta moltissimo. Come nel caso di Amburgo, è una città che va vissuta più che visitata. Non vorrei essere fraintesa, non sto dicendo che a Belgrado non ci sia molto da vedere, anzi. Però la sua particolarità non è tanto nei monumenti quanto nella sua incredibile vitalità, nei suoi bar sempre pieni, nel suo fascino altamente carismatico. Il Kalemegdan, però, è un luogo che riesce seriamente a mozzarti il fiato. Questo meraviglioso parco si trova proprio sulla cima a una collina non lontano dal centro della città, affacciata sulla confluenza tra due fiumi, Sava e Danubio.

cosa vedere belgrado kalemegdan

Le mura della fortezza

Un po’ di storia
Il luogo strategico fu occupato dai Romani nel I sec a.C., che edificarono proprio qui un castrum, ovvero un accampamento permanente. La costruzione fu poi distrutta in seguito dagli Unni, ricostruito e poi completamente danneggiato dagli Slavi. Più tardi, la fortezza venne ricostruita da questi ultimi, diventando il vero e proprio fulcro della città. La fortificazione venne distrutta altre volte attraversi i secoli e le varie occupazioni e invasioni. Dopo la liberazione di Belgrado dai turchi, la fortezza perse il suo valore e la sua importanza, diventando parte integrante del parco circostante, che fu rivalutato e ingrandito. Purtroppo la sfortuna del Kalemegdan non finisce qui: la struttura venne danneggiata durante la Prima guerra mondiale e venne occupata dalle truppe tedesche nella Seconda, per poi venire riconquistata dai partigiani jugoslavi.

cosa vedere belgrado kalemegdan

Le mura della fortezza

Cosa vedere a Belgrado: Kalemegdan
Il monumento più importante e famoso di tutto il parco è sicuramente la sua celebre fortezza. Purtroppo, non è rimasto in piedi un granché dell’antico splendore, moltissime parti sono andate distrutte. Rimangono però più o meno intatte le possenti mura a strapiombo, affacciata proprio sulla confluenza dei due fiumi. Ci sono alcuni punti panoramici veramente bellissimi, la vista lascia senza parole. Il mio consiglio è di andarci al tramonto, i colori assumono una sfumatura speciale. Io ci sono stata in diversi momenti della giornata: al tramonto, durante la mattina e in serata, poco prima di prendere l’autobus notturno per tornare a Budapest. La magia e l’incanto sono sempre i protagonisti indiscussi, ma secondo me al calar del sole questo posto ha una marcia in più.

cosa vedere belgrado kalemegdan

Uno dei punti panoramici della fortezza

Nel parco si trova anche la Statua del Vincitore, costruita in onore della vittoria contro l’Impero Austro-Ungarico nella Prima guerra mondiale. Curiosità simpatica: il Vincitore inizialmente si trovava nella piazza principale di Belgrado, ma la sua nudità integrale – è ritratto proprio come mamma l’ha fatto – scandalizzava troppo gli abitanti della capitale serba. Così, decisero di spostarlo in alto, su per la collina, girato verso i due fiumi. I bollenti spiriti sembrano essersi calmati.

cosa vedere belgrado kalemegdan

Il lato B del Vincitore

 

All’interno del parco si trovano anche un mausoleo ottomano – tomba di un Gran Visir – e una cappella ortodossa fatta costruire da Stefan Lazarevic. La struttura fu rasa al suolo dagli ottomani, ma fortunatamente negli anni ’20 del XX secolo venne restaurata.

Questo parco, oltre a essere meravigliosamente bello, è anche un centro culturale importante per la città. All’interno, si trova anche l’istituto per la protezione del patrimonio culturale, proprio per salvaguardare questo bellissimo ma fragile monumento. Inoltre, il parco Kalemegdan ospita spesso eventi culturali quali concerti, mostre e rappresentazioni. Nelle caldi estate belgradesi, è il luogo perfetto dove rilassarsi la sera e godersi qualche spettacolo.

cosa vedere belgrado kalemegdan

La Chiesa al tramonto

Proprio di fronte al punto panoramico della fortezza, tra il fiumi Danubio e Sava sorge un’isola fluviale chiamata Grande Isola della Guerra. Il nome altisonante e anche un po’ nefasto viene proprio dalla sua posizione strategica e la sua importanza durante le varie battaglie combattute proprio a Belgrado.

cosa vedere belgrado kalemegdan

Panoramica della Grande Isola della Guerra

Curiosità: il nome Kalemegdan ha origine turche e significa letteralmente “fortezza della battaglia” (kale: fortezza; meydan: battaglia)

Ingresso: il parco è gratuito per tutti. Ci sono alcuni piccoli musei e mostre a pagamento, ma si può fare un biglietto cumulativo di circa 4€.

Conoscete delle città “carismatiche” come Belgrado? Aspetto le vostre risposte!

 

 

Annunci

8 pensieri su “Cosa vedere a Belgrado: Kalemegdan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...